Biografia

James Heel

(Giacomo Calcagno)

Sensibilità e luminosità sono le caratteristiche salienti che amo rappresentare nel mio lavoro. Intimista, dipingo la bellezza interiore trasferendola sulla tela, amo vedere il bello.

Sono un idealista e un sentimentalista.

La mia pittura è intrisa di ispirazione e traspirazione, percepisco un’aurea di pura dolcezza. Il volto, volutamente dimenticato, comunica l’incomunicabilità. Da un’umanità effimera, sempre connessa, ma  inesorabilmente sola…. l’arte potrà salvarci.

BIOGRAFIA

Giacomo Calcagno nasce a Catania il 23 ottobre 1962, vive e lavora a Parma dove ha frequentato l’Istituto D’Arte “Paolo Toschi”, diplomandosi in decorazione pittorica.

Frequenta il corso di pittura tenuto dal Prof. Emilio Contini – Missori, presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, conseguendovi il diploma di Laurea. Premiato al Palazzo del Congressi di Salsomaggiore Terme (Parma) suscita il consenso dei critici, e riceve attestati al circolo di lettura (Parma) dove partecipa a concorsi annuali, classificandosi ai primi posti nella categoria della tecnica ad olio.

Nel 1991 effettua esposizioni personali presso il Centro Cinghio del Comune di Parma, alle Stanze di S. Paolo per la stagione espositiva promossa dall’Assessorato alle attività Culturali del Comune di Parma. In questa occasione il critico Gianni Cavazzini esprime un giudizio altamente positivo sull’operato dell’artista.

Calcagno è inserito nell’Annuario Comanducci n°25 del 1998.

Diversi sono i riconoscimenti attribuitigli, ha tenuto mostre personali e collettive in Italia.

Le sue opere, oltre a illustrare libri di poesia di Otma Edizioni, sono permanentemente esposte in diverse gallerie d’arte e istituzioni italiane.

CRITICI

Hanno scritto:

Gianni Cavazzini, Emilio Contini,Tiziano Marcheselli,Manuela Bartolotti, Antonella Giunta, Laura Caffagnini, Stefania Provinciali, Isabella Spagnoli, M.R. Belgiovine, R. Tamani, Chiara Novara, Eva Monti, Patrizia Ferrarini.